masseria raino

MASSERIA RAINO

Regione: Lazio

Ragione Sociale: Azienda Livio Ialongo Sas

Località: Itri (Latina)

Contesto storico e nascita dell’Azienda

La Masseria si trova in Contrada Raino, nel comune di Itri, in provincia di Latina, tra i monti Aurunci e il mare di Gaeta e di Sperlonga.

Alle pendici del Monte Civita, il territorio è conosciuto per il suo celebre e antico santuario mariano.

Dalla zona di produzione deriva il nome della cultivar itrana, famosa per la sua duplice vocazione: è adatta infatti per la salamoia, ma da essa si ottiene anche un olio che offre profumi di notevole freschezza incentrati sui toni del cardo e del pomodoro verde.
L’azienda Raino è stata costituita nel 2012 ma ha origini antiche, il suo impianto è secolare ed è di proprietà di una famiglia che da molte generazioni coltiva oliveti e produce olio.

Oliocentrica è stata la prima a promuovere sul territorio il progetto Raino, presentandolo sia in bottega (Evo, il piacere di conoscerlo) che presso la Masseria.

Piccola nota sull’etichetta

La volontà di promuovere il ricco territorio pontino, nei suoi molteplici aspetti culturali, ha spinto l’azienda a collocare in etichetta frammenti di un’opera di Antonio Agresti perché nel lavoro di quest’artista ha intravisto il suo stesso desiderio di recuperare tradizioni consolidate ma anche il desiderio di cura e rispetto per la Terra.

Antonio Agresti, che si firma AGRE, ha origini itrane, è cresciuto a Napoli dove si è laureato in Architettura.

“Le antiche radici dell’azienda danno stabilità e forza al presente, non si potrebbe pensare di procedere su strade nuove senza volgere il pensiero a chi ha consegnato loro questa terra o alle dure e gioiose fatiche dei loro operai e dei loro cari”.
Loredana Ciccarelli

Oliocentrica ha selezionato per Voi:

  • Monovarietale di Itrana BIO
  • Masseria Raino il Blend
scopri i prodotti

Contenuti tecnici

La proprietà vanta di 16 Ettari di terreno disposti tra i 200 e i 550m. slm, di cui 10 olivetati e atterrazzati, il rimanente è destinato a pascolo e boschivo.

Duemila sono le piante secolari, esclusivamente di Varietà Itrana;

a fargli compagnia qualche impollinatore di diversa Cultivar* come moraiolo, carboncella e leccino

Il metodo di coltivazione è biologico con inerbimento, certificato dall’ente Suolo e Salute.

Il concime utilizzato è organico da compost e letame

La raccolta, supervisionata da Loredana e Fabrizio, è principalmente a mano con agevolatori meccanici e il tempo che intercorre tra essa e la molitura è brevissimo, massimo 12 ore.

Il frantoio utilizzato è moderno a ciclo continuo, per la conservazione dell’olio extravergine di Oliva viene utilizzato l’azoto.

Spiegazione dei termini:

*Cultivar= In orticoltura, nome con cui si indicano le varietà agrarie di una specie botanica.

Per tutte le terminologie usate nell’olivocoltura vai al nostro GLOSSARIO

Premi e riconoscimenti

  • 1°Classificato Fruttato Medio 2018 L’Olio delle Colline
  • 2° Classificato Fruttato Medio 2020 L’Olio delle Colline
  • Menzione di Merito 2018 Sirena D’Oro Sorrento
  • 3 Foglie Gambero Rosso 2020 per Monovarietale Itrana Bio
  • Guida degli oli 2020 Slow Food
  • Guida sommelier dell’olio Bibenda 2020
  • Gran Menzione 2021 L’Olio delle Colline