Oliocentrica
Oliocentrica
  • colomba maciste con visciole colomba maciste con visciole
    La Pasticceria Maciste si trova nel cuore di Cori, un borgo antico situato nel territorio dei Monti Lepini. Andrea Ceracchi, in arte Maciste, ha fondato il suo lavoro sull'artigianalità, la colomba, come il resto dei lievitati, viene realizzata con i prodotti del territorio come le farine, gli agrumi, le visciole, l'olio extravergine di oliva. Lo zucchero è grezzo e non raffinato. La Colomba Reale, si differenzia dalle altre perché il lievito durante la lavorazione prende la forma di una rosa, i profumi sono intensi e al gusto, l'acidità della visciola si sposa perfettamente con la dolcezza dell'impasto che risulta omogeneo, proporzionato, morbido e ben digeribile. La glassa è dolce e croccante. La magia del dolce che si appende a testa in giù e la creatività di Maciste fanno della Colomba Reale un trend per tutto l'anno. Un consiglio: provala con la confettura extra di visciole di Oliocentrica!
  • colomba tradizionale maciste colomba tradizionale maciste
    Dietro un prodotto artigianale c’è il cuore di chi lo realizza” Andrea Ceracchi - in arte Maciste. Nel 2008 Andrea Ceracchi e Tiziana Apicella (Tixy) danno vita alla Pasticceria Maciste nel cuore di Cori, un borgo antico situato nel territorio dei Monti Lepini. La selezione della materia prima avviene esclusivamente nel territorio pontino, tutti i prodotti che ne derivano sono naturali e senza conservanti. Un lavoro basato sull’artigianalità, un valore nascosto che fa davvero la differenza A testimoniarlo è la Colomba tipo tradizionale con scorzone di arance candite e l'aggiunta di olio extra vergine di oliva, dedicata a Oliocentrica. Al taglio profumi di mandorla, uova, burro e agrumi avvolgono i sensi. I lunghi tempi di lievitazione e l'utilizzo del lievito madre vivo, insieme all'olio extra vergine di oliva, rendono l'impasto omogeneo, proporzionato, morbido e ben digeribile. La glassa è dolce e croccante. La Colomba è il dolce simbolo della Pasqua, quella di Maciste è un trend per tutto l'anno.
  • L'Azienda Don Alfonso 1937, fondata da Alfonso De Rosa, si occupa di agricoltura in diverse zone dell'Agro Pontino, dal Promontorio del Circeo all'oasi naturale di Ninfa, fino ad arrivare alle pendici dei Monti Lepini. Solo qualche anno fa il figlio Giancarlo, in collaborazione con il CNR, inizia una ricerca sui "Grani Antichi" presenti nel territorio subito dopo la Bonifica. Il risultato è la produzione di due miscele di grani antichi macinati a pietra, con percentuali diverse di grano tenero tipo 1 e farina integrale. Scegliendo queste miscele per le preparazioni di pasta, pane, focacce e altri alimenti da forno, sentirai odori e sapori del vero frutto della terra, oltre ad avere benefici per la salute.
  • L'Azienda Don Alfonso 1937, fondata da Alfonso De Rosa, si occupa di agricoltura in diverse zone dell'Agro Pontino, dal Promontorio del Circeo all'oasi naturale di Ninfa, fino ad arrivare alle pendici dei Monti Lepini. Solo qualche anno fa il figlio Giancarlo, in collaborazione con il CNR, inizia una ricerca sui "Grani Antichi" presenti nel territorio subito dopo la Bonifica. Il risultato è la produzione di due miscele di grani antichi macinati a pietra, con percentuali diverse di grano tenero tipo 1 e farina integrale. Scegliendo queste miscele per le preparazioni di pasta, pane, focacce e altri alimenti da forno, sentirai odori e sapori del vero frutto della terra, oltre ad avere benefici per la salute.
  • La mandorla è un integratore naturale, ricco di nutrienti fondamentali come vitamina E, calcio, magnesio, ferro e potassio. Dal guscio morbido e dal gusto dolce ed elegante, cosa succede al nostro corpo se ne mangiamo una manciata al giorno (circa 30 g)? Protegge le cellule dal danno ossidativo, perché ricche di antiossidanti. Tiene a bada la glicemia. Abbassa la pressione sanguigna. Riduce il colesterolo cattivo. Migliora la salute della pelle e del cuore. Riduce il senso di fame. Aiuta a perdere peso.
  • I Fratelli Cesare e Vincenzo Renzo fondano la loro attività sui principi di unicità e territorialità. I sistemi di coltivazione sono certificati Bio e la materia prima, destinata alla trasformazione, proviene esclusivamente dalla loro azienda situata a Rossano Calabro, antica città Bizantina, nell'incantevole paesaggio mediterraneo dell'alto Ionio. Pepé, la polvere di peperoncino dolce ne è l'esempio, una spezia dal sapore di Calabria, stranamente non piccante, in grado di esaltare qualsiasi ricetta di cucina, nel gusto e nel colore.
  • I Fratelli Cesare e Vincenzo Renzo fondano la loro attività sui principi di unicità e territorialità. I sistemi di coltivazione sono certificati Bio e la materia prima, destinata alla trasformazione, proviene esclusivamente dalla loro azienda situata a Rossano Calabro, antica città Bizantina, nell'incantevole paesaggio mediterraneo dell'alto Ionio. Pepé, la polvere di peperoncino piccante ne è l'esempio, una spezia dal sapore di Calabria, stranamente non piccante, in grado di esaltare qualsiasi ricetta di cucina, nel gusto e nel colore.
  • I Pomodori Gialli al naturale de La Valle dell'Usignolo rappresentano la cultura contadina dell'Agro Pontino e l'antica arte di realizzare bottiglie e vasetti da conservare in dispensa da utilizzare durante il resto dell’anno, un modo per riunire la famiglia che sopravvive anche oggi. Il pomodoro, ricco di micronutrienti e antiossidanti al costo di pochissime calorie, rappresenta una delle migliori fonti di carotenoidi, in particolare di licopene, facilmente assorbibili se abbinate con un buon olio extra vergine d'oliva. Pensatelo appena raccolto dalla pianta e utilizzatelo secondo le vostre abitudini, se la stagione lo permette aggiungete delle foglie di basilico fresco.
  • I Pomodori Rossi al naturale de La Valle dell'Usignolo rappresentano la cultura contadina dell'Agro Pontino e l'antica arte di realizzare bottiglie e vasetti da conservare in dispensa da utilizzare durante il resto dell’anno, un modo per riunire la famiglia che sopravvive anche oggi. Il pomodoro, ricco di micronutrienti e antiossidanti al costo di pochissime calorie, rappresenta una delle migliori fonti di carotenoidi, in particolare di licopene, facilmente assorbibili se abbinate con un buon olio extra vergine d'oliva. Pensatelo appena raccolto dalla pianta e utilizzatelo secondo le vostre abitudini, se la stagione lo permette aggiungete delle foglie di basilico fresco.
  • La produzione di riso per risotti dell'azienda agricola Masseria Fornara di Contrada Garda vede al proprio centro l'Arborio dai grandi chicchi corposi, ideali per le preparazioni più raffinate ma che si sposa bene con ogni condimento. Scatena la tua fantasia in cucina o semplicemente aggiungi un filo d'olio. Curiosità - L'ambiente faunistico offerto dalla risaia è straordinario: cicogne, aironi, cavalieri d'Italia e molte altre specie hanno fatto ritorno nella Piana di Sibari grazie alla coltivazione del riso.
  • Le risaie della Famiglia Perciaccante, in Cassano allo Jonio, sono un esempio di produzione etica e senso di responsabilità verso le generazioni future. Fino al 2006 rivendevano la materia prima ai produttori del Nord, successivamente hanno iniziato a seguire l’intera fase produttiva confezionando il prodotto finale con il marchio Riso Masseria Fornara "riso proveniente da coltivazioni calabresi". Le condizioni climatiche e il terreno salmastro determinano un profilo organolettico unico in aggiunta al già ricco portafoglio di sostanze benefiche. La varietà Carnaroli é considerata la Regina dei Risi; si adatta a tutte le tipologie di preparazione e grazie alla particolare consistenza, sapidità e integrità, risulta essere la più adatta per la preparazione dei risotti, perché naturalmente ricca di amido.
  • Le risaie della Famiglia Perciaccante, in Cassano allo Jonio, sono un esempio di produzione etica e senso di responsabilità verso le generazioni future. Fino al 2006 rivendevano la materia prima ai produttori del nord, successivamente hanno iniziato a seguire l’intera fase produttiva confezionando il prodotto finale con il marchio Riso Masseria Fornara "riso proveniente da coltivazioni calabresi". Il riso nero, detto anche Orientale, è una varietà ibrida di integrale ottenuta secoli fa in Cina, dove era noto col nome di Riso Proibito, essendo riservato unicamente all'imperatore per via della rarità derivata dalla difficile coltivazione. Oggi la peculiarità del riso nero Orientale arriva nelle risaie di Contrada Garda grazie al lavoro della Masseria Fornara.

Go to Top