Maurizio Pescari presenta a Oliocentrica il suo libro: “L’olio e gli altri ingredienti della nostra vita”

In una sera di inizio estate

A incorniciare questo incontro, fortemente voluto da Oliocentrica, c’è un tramonto arancione, una leggera brezza, le luci della sera che reclamano il loro ruolo.
Pochi rumori di sottofondo, qualche ambulanza che chiede strada, le ultime auto che tornano a casa.

Maurizio Pescari, giornalista e scrittore, è firma autorevole dell’informazione dedicata alla cultura dell’olio e all’olivicoltura.

A incorniciare questo incontro, fortemente voluto da Oliocentrica, c’è un tramonto arancione, una leggera brezza, le luci della sera che reclamano il loro ruolo.
Pochi rumori di sottofondo, qualche ambulanza che chiede strada, le ultime auto che tornano a casa.
Maurizio Pescari (*) lascia parlare gli altri, osserva con il suo sguardo sornione gli astanti, ma la brace nei suoi occhi si vede, si sente.
Quando inizia è un fiume in piena, inarrestabile, non ti dà scampo, non puoi non ascoltarlo.
Se fosse una squadra di calcio sarebbe il Torino.
Pochi fronzoli, tanto cuore, tanti polmoni.
Ogni tanto la grande giocata,
Come una battuta che non t’aspetti.
Un libro, quello di Maurizio, in direzione ostinata e contraria. Parla di olio senza parlare di olio. Nessun profumo, nessun sentore ma un incontro con altri uomini, altre donne. Colazioni non convenzionali e ricette semplicissime che portano l’essenza della cucina italiana contadina. Basilico, aglio, tonno e pane croccante. Sotto un pergolato o con una vista mozzafiato su un mare che non è quello della crema abbronzante, del reggaeton. Tra le pagine del libro il tempo si dilata, i minuti preziosi si moltiplicano. All’improvviso, senza mai averne scritto, arrivano i profumi, l’amaro, il piccante.
A fine serata si stringono mani, ci si promette un altro incontro come si farebbe con un vecchio amico.
La città tace.
Fortunato chi è stato con noi, con lui.

(*) Maurizio Pescari, giornalista e scrittore, vive in Umbria. Ha un’esperienza trentennale nel settore dell’olio, del vino, dell’enogastronomia e dell’enoturismo. Anche a lui si deve la creazione di “Frantoi Aperti” e il progetto sul Turismo dell’olio. Docente all’Università Italiana per Stranieri e all’Università dei Sapori di Perugia, è firma autorevole dell’informazione dedicata alla cultura dell’olio e all’olivicoltura. Collabora con Teatro Naturale, corriere.it e GazzaGolosa.

Pubblicato il 28 Luglio 2021

Condividi questa storia, scegli tu dove!

Notizie correlate

Scrivi un commento