Nel Giugno 2020 mi hanno invitata a far parte di un gruppo social internazionale chiamato Women in Olive Oil e ho accettato con orgoglio e ammirazione verso Jill Myers che due mesi prima, a Charlottesville in Virginia, ha avuto l’idea di unire le donne del settore olivicolo di tutto il mondo.

Women in Olive Oil

Una piattaforma in cui si possano scambiare conoscenze, competenze ed esperienze, oltre a strumenti utili a promuovere obiettivi condivisi, nelle comunità di provenienza, ma con una dimensione internazionale.
Quattro le parole d’ordine: comunità, coesione, lavoro di gruppo e stabilità sociale.
Presidente dell’associazione (senza scopo di lucro) è Alexis Kerner, esperta assaggiatrice nata a Filadelfia, ma che vive a Siviglia; vicepresidenti: Fabienne Roux, di Aix En Provence e Caroline Robitaille, californiana.
Oggi Women in Olive Oil rappresenta più di 2mila donne di tutto il mondo, seguitele su Facebook, Instagram e sul sito internet: https://www.womeninoliveoil.org/

Jill Mayers

“Le donne hanno avuto ruoli chiave nell’agricoltura, nella cura della terra, nell’educazione dei giovani e nel nutrire le famiglie. E, all’interno delle loro comunità, hanno lavorato insieme per raggiungere questi obiettivi comuni con efficienza e chiarezza, il tutto sviluppando un senso di coesione, lavoro di squadra e stabilità sociale” WIOO!

Di Gisa Di Nicola

Pubblicato il 22 Giugno 2021

Condividi questa storia, scegli tu dove!

Notizie correlate

Scrivi un commento